Rubriche

Discover Tate Modern

RubbTATE1

Il viaggetto a Londra tutti prima o poi se lo sono concesso nella vita. Io, finalmente, in terra inglese sono approdata a luglio scorso. Ovviamente, da bravi turisti, io e il Puspe (altra penna di BarNacka e moroso attualmente in carica, definitiva, sia chiaro!) abbiamo visto in un tour de force di quattro giorni le attrazioni principali. E tra un Big Ben che sfiorava le nuvole e un fish and chips di dubbio gusto, all’alba del terzo giorno ci siamo riservati una visita lunghissima al Tate Modern. Questo museo fa parte di un complesso di Tate in giro per il Regno Unito, gli altri musei che ne fanno parte sono il Tate Britain, Tate Liverpool e Tate St Ives. Collocato proprio di fronte al Millenium Bridge, la struttura in cui è ospitato il museo è una ex centrale termoelettrica edificata a più riprese tra ’47 e ’63, riqualificata e ufficialmente inaugurata come galleria d’arte moderna internazionale nel 2000. La nuovissima ala del Tate, la Switch house, è stata inaugurata in tempi recentissimi, giugno 2016! Giusto in tempo per il nostro arrivo.

(Per approfondire sulla nuovissima ala del Tate, l’articolo su Wired è il top per chiarirsi le idee).

Questo slideshow richiede JavaScript.

La collezione è immensa, una delle più all’avanguardia nel mondo dove sono presenti opere di tutti i maggiori artisti del ‘900. Gli spazi sono amplissimi e luminosi. Si possono trovare quadri, sculture, installazioni video o anche memoriali di performaces, come Rythm 0 di Marina Abramović (Se volete scoprire chi è ed avere un’idea sui suoi lavori leggetevi il mio articolo Il richiamo del Sangue su BarNacka, che domande!)
Il tempo li dentro scorre velocissimo, tre ore ti sembrano 5 minuti e vorresti avere almeno due giorni per vederlo tutto e con calma. In certe sale ci si perde, ci sono opere stranissime, coloratissime che ti fanno sgranare gli occhi. Una cosa simile si vede al Centre Pompidou a Parigi, bellissimo indubbiamente, ma per quanto mi riguarda la galleria Tate ha fatto breccia nel mio cuore, pur non essendo una grande amante dell’arte moderna.

Lo spazio espositivo è organizzato su più livelli. Il 3° e il 5° piano sono dedicati alle mostre permanenti disposte in ordine tematico. Al terzo troviamo la parte poetry and dream, dedicata al surrealismo e material gestures, con astrattismo, espressionismo ed espressionismo astratto. Mentre al 5 piano troviamo l’area energy and process con l’arte povera e states of flux che spazia tra futurismo, cubismo, vorticismo e pop art. La sala più importante è la turbine hall, uno spazio che si aggira intorno ai 3400 mq dove vengono ospitate opere d’arte ad hoc.

Tate_modern_london_2001_03

Facendo lo slalom tra studenti di un’accademia d’arte londinese, arriviamo al 2° e 4° piano dove sono collocate le mostre temporanee a pagamento, a differenza di tutto il resto del Tate che è gratuito. Le donazioni sono ovviamente gradite, e ve lo fanno capire in tutti i modi, collocando enormi box dove vengono raccolte le offerte. Oltre l’indiscutibile importanza e bellezza delle opere, il dettaglio delle donazioni le fa proprio calzare a pennello la definizione di “Cattedrale dell’arte”.

Una vera chicca, finita l’esplorazione, è salire al decimo piano (se avete pazienza, molta pazienza, prendete l’ascensore; se siete atletici le scale) dove si gode di una vista spettacolare (o epocale, a detta del Puspe) ed è la manna dal cielo per i fotografi che sfrutteranno ogni cm della terrazza per scattare una cascata di fotografie.

1466093222_263_CP_160614_016_PRI-1200x710

In generale, come mia personalissima opinione, posso dire che la galleria Tate sia una finestra sull’arte contemporanea. Non è una delle solite mostre che un po’ stufano e un po’ annoiano. Ogni sala ti lascia con la bocca aperta, ci sono colori esplosivi o rumori insoliti, giochi di luce o strutture decisamente bislacche.
Il Tate è una tappa obbligatoria, per chi si trovasse nella capitale britannica, un po’ come il Big Ben oppure Buckingham palace.

Insomma, se non hai visto il Tate non hai visto nulla.

Anna Saldarini

0 commenti su “Discover Tate Modern

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...